Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Kaki mudra (il becco del corvo)

suryanamaskara 0

Kaki Mudra (il becco del corvo)
Kaki Mudra (il becco del corvo)
Sedete in una confortevole asana meditativa con la schiena dritta e le mani appoggiate sulle ginocchia in chin o gyana mudra.
Chiudere gli occhi e rilassate tutto il corpo per alcuni minuti.
Aprite gli occhi ed eseguire nasikagra drishti dirigendo gli occhi sulla punta del naso.
Cercate di non muovere le palpebre durante la pratica.
Increspare le labbra, formando un becco attraverso cui l’aria può essere inalata.
La lingua deve essere rilassata.
Inspirare lentamente e profondamente attraverso le labbra serrate.
Alla fine dell’inspirazione chiudere le labbra ed espirare lentamente attraverso il naso.
Ripetere il procedimento per un tempo variabile da 3 a 5 minuti.
Consapevolezza
Sul flusso del respiro, il suo suono e sulla punta del naso.
Sequenza
Questo mudra ha un effetto rinfrescante. Equilibra la temperatura del corpo, quando eseguita dopo pranayama riscaldanti.
Tempo di pratica
Può essere effettuata in qualsiasi momento della giornata, anche se è meglio eseguita la mattina presto o la sera tardi. Non dovrebbe essere eseguito nella stagione fredda.
Precauzioni
Kaki mudra non deve essere praticata in un ambiente inquinato o con temperature eccessivamente basse, perché il normale filtraggio e la funzione di condizionamento dell’aria del naso viene bypassato. Si deve prestare attenzione a non sforzare gli occhi.
Controindicazioni
Le persone che soffrono di depressione, glaucoma, bassa pressione sanguigna o stipsi cronica dovrebbero evitare questa pratica.
Persone che soffrono di retinopatia diabetica o coloro che hanno appena subito un intervento chirurgico di cataratta, impianto di lenti o altre operazioni agli occhi, non dovrebbero eseguire questa pratica senza la guida di un insegnante competente.
Benefici
Kaki mudra raffredda il corpo e la mente e lenisce le tensioni mentali. Oltre ai vantaggi di nasikagra drishti, l’atto di stringere le labbra, unitamente al contatto dell’aria inspirata con le membrane della bocca, stimola le secrezioni digestive, favorendo il processo digestivo in generale.
Nota pratica
I praticanti devono conoscere a fondo nasikagra drishti prima di iniziare questa tecnica. Gli occhi devono essere tenuti aperti tutta la pratica e nasikagra drishti deve essere continuo. Se sentite stanchezza agli occhi, rilassateli per tutto il tempo necessario prima di ricominciare la pratica.
Nota
La parola kaki significa ‘corvo’. Kaki mudra è così chiamato perché durante l’inspirazione la bocca assume una forma simile al becco di un corvo. Si sostiene che la pratica regolare di questo mudra porta ad una vita lunga e libera dalle malattie, come si presume sia la vita del corvo. Questo mudra è anche considerato un pranayama perché ha una stretta somiglianza con shitali pranayama e shitkari pranayama.

Bibliografia

Asana Pranayama Mudra Bandha
Asana Pranayama Mudra Bandha
Swami Satyananda Saraswati
Yoga Publications Trust, Munger, Bihar, India