Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Kandharasana (Posizione delle spalle)

suryanamaskara 0

Kandharasana (Posizione delle spalle)

Kandharasana (Posizione delle spalle)

Sdraiatevi sul dorso e piegate le ginocchia portando i talloni a contatto con le natiche.

I piedi e le ginocchia possono essere tenuti leggermente separati.

Afferrare le caviglie: questa è la posizione di partenza.

Sollevate le natiche e inarcate il dorso, tenendo i piedi completamente a contatto col pavimento.

Sollevate il petto e l’ombelico il più in alto possibile senza forzare, spingendo il torace verso il mento e la testa, ma senza spostare i piedi o le spalle.

Nella posizione finale, il corpo è sopportato da testa, collo, spalle, braccia e piedi.

Mantenere la postura per tutto il tempo che è comodo, quindi abbassate il corpo alla posizione di partenza, lasciate le caviglie e rilassatevi con le gambe distese.

Questo è un ciclo: cercate di praticare da 5 a 10 cicli.

Respiro

Inspirate profondamente nella posizione di partenza.

Trattenete il respiro dentro mentre vi sollevate e mentre mantenete la posizione finale.

In alternativa, respirate lentamente e profondamente nella posizione finale.

Espirate mentre vi abbassate alla posizione di partenza.

Durata

Praticate fino a dieci volte per la salute generale, mantenete la posizione a lungo respirando normalmente per scopi curativi.

Consapevolezza

Fisica: sul movimento, sulla regione addominale, sulla ghiandola tiroidea o sula flessione della schiena.

Spirituale: su Vishuddhi Chakra o su Anahata Chakra.

Sequenza

Da usare come controposizione alle posizioni di piegamento in avanti, quindi prima o dopo di esse.

Controindicazioni

Le persone che soffrono di ulcera peptica o duodenale o ernia addominale non dovrebbero praticare Kandharasana.

È generalmente raccomandato che le donne nelle fasi avanzate della gravidanza non dovrebbero sollevare i glutei più di 15 cm quando si pratica questa postura.

Alcuni ritengono che Kandharasana non dovrebbe essere praticato affatto durante la gravidanza

Applicate le precauzioni per le asana invertite.

Benefici

Questa asana può essere utilizzata per riassestare dischi intervertebrali spostati.

Allunga e massaggia il colon e gli altri organi addominali, migliora la digestione.

Rinforza le spalle curve ed allevia il mal di schiena.

È raccomandata in modo particolare per le donne che hanno predisposizione all’aborto, dal momento che tonifica gli organi genitali femminili e giova a disturbi mestruali, prolasso, asma e vari disturbi di bronchi e tiroide.

Note

È una buona posizione preparatoria per Chakrasana.

Fonte:
Swami Satyananda Saraswati, “Asana Pranayama Mudra Bandha”, Yoga Publications Trust 2008

Asana Pranayama Mudra Bandha