Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Asana di piegamento in avanti

suryanamaskara 0

Asana di piegamento in avanti

Asana di piegamento in avanti: Generalità

Il piegamento in avanti è un processo passivo nel quale la gravità viene utilizzata per l’allungamento dei gruppi muscolari.

Mentre i piegamenti all’indietro contrastano la forza di gravità, le asana di piegamento in avanti usano la gravità per liberare la tensione e il dolore.

È un processo di introversione, che fa da contrappunto all’estroversione e all’apertura dinamica dei piegamenti all’indietro.

La flessione in avanti, associata alla compressione del torace e all’espirazione, induce rilassamento.

Problematiche della vita moderna

Molte persone conducono stili di vita sedentari con poco o nessun esercizio e, di conseguenza, il corpo diventa rigido e incapace di piegarsi in avanti.

La vita in città incoraggia la tensione mentale e la rigidità fisica: le asana di piegamento in avanti contrastano questa tendenza.

Ad un altro livello, la flessione in avanti è associata all’inchinarsi e all’umiltà.

Un’incapacità di piegarsi in avanti può indicare una personalità rigida, orgogliosa o testarda.

La difficoltà nel piegarsi in avanti è anche associata alla paura.

Gli esseri affrontano il mondo con la loro parte anteriore, ma alcune persone vivono nella costante paura di essere attaccati alle spalle, di conseguenza la parte posteriore dei loro corpi è inconsciamente irrigidita, come congelata.

Le asana di piegamento in avanti rilasciano questa rigidità.

Asana di piegamento in avanti: Benefici

Le asana di piegamento in avanti sciolgono le rigidità della schiena, mantenendo buona salute e crescente vitalità.

Queste pratiche spostano la colonna vertebrale nella posizione nota come curva primaria, la forma che essa prende nel grembo materno.

Durante un asana di piegamento in avanti ciascuna vertebra viene gentilmente separata dalle altre, stimolando i nervi, migliorando la circolazione intorno alla spina dorsale e il nutrimento del midollo spinale.

Questo ha un impatto positivo sugli organi del corpo in generale e sul cervello in particolare.

Questo gruppo di asana è molto importante per allungare e tonificare i nervi spinali, rendendo i muscoli del dorso flessibili e forti;

esse hanno anche l’effetto di comprimere e massaggiare gli organi addominali, incluso il fegato, i reni, il pancreas e gli intestini, e di allungare i muscoli e i tendini delle gambe.

Un dorso flessibile è la cosa più importante per mantenere una buona salute.

Le persone che hanno il dorso flessibile sono benedette di vitalità e di salute, mentre quelle con la colonna vertebrale rigida sono afflitte da molti tipi di malattie e dolori vari.

Le persone che praticano asana e flessibilizzano la loro colonna vertebrale notano grandi cambiamenti nella loro salute e nel loro atteggiamento verso la vita.

Asana di piegamento in avanti: Suggerimenti

La maggior parte delle asana di piegamento in avanti implicano una flessione dai fianchi e non dalla vita.

Il piegamento dai fianchi dà una maggiore flessibilità di movimento e produce una maggiore pressione contro l’addome.

I principianti e coloro che praticano un lavoro sedentario e perciò fisicamente poco esercitati, probabilmente troveranno queste asana difficili all’inizio perché la loro schiena non è abituata a piegarsi molto in avanti.

Non dovrebbero disperare ma perseverare cercando di piegare la schiena in avanti il più possibile senza sforzarsi troppo.

Dopo qualche tempo anche la schiena più rigida diventerà più flessibile man mano che i muscoli si allungano.

Il praticante assiduo sarà piacevolmente sorpreso nel trovare che può piegare la schiena in avanti più di quanto credesse possibile.

Nessuno dovrebbe forzare la schiena per piegarsi più di quanto la sua flessibilità permetta, altrimenti ne possono risultare dei danni.

I muscoli del dorso si allungano gradualmente, si tratta solo di fare queste asana regolarmente e aspettare che i muscoli si allunghino.

Controindicazioni

Il praticante non dovrebbe fare tutte le asana di piegamento in avanti una dopo l’altra, ma sceglierne un paio e perfezionarle in un periodo di settimane o di mesi.

Può tentare le altre più tardi quando la schiena sarà più flessibile.

Persone con qualsiasi tipo di problemi alla schiena dovrebbero consultare un medico prima di praticare queste asana.

È consigliabile, in generale, osservare attentamente le controindicazioni specifiche per ogni pratica.

Note

Le persone destrorse troveranno questi asana più facilmente eseguibili prima con il lato destro: dovrebbero quindi praticarle prima con il lato sinistro per contrastare questa tendenza, e viceversa.

Quando si praticano asana di piegamento in avanti da una posizione seduta, in particolare quegli asana in cui le gambe sono separate, è consigliabile sedersi con il perineo sul pavimento, piuttosto che con il coccige.

La posizione corretta è ottenuta sedendosi con le gambe leggermente separate e mettendo le mani sul pavimento, ai lati dei fianchi, con le dita rivolte in avanti.

Quindi, usando le braccia e le mani come leva, sollevare leggermente le natiche dal pavimento e, mentre le si abbassano, inclinare il bacino in avanti.

Fonte:
Swami Satyananda Saraswati, “Asana Pranayama Mudra Bandha”, Yoga Publications Trust 2008

Asana Pranayama Mudra Bandha