Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Ardha Chandrasana (Posizione della mezza luna)

suryanamaskara 0

Ardha chandrasana (Posizione della mezza luna)

Ardha Chandrasana (Posizione della mezza luna)

Mettetevi in ginocchio con le gambe unite e le braccia lungo i fianchi.

Fate un passo avanti con la gamba sinistra.

Piegatevi in avanti e mettete le mani accanto al piede sinistro con i palmi sul pavimento.

Allungate la gamba destra all’indietro e inarcate indietro il dorso e il collo.

Questa posizione è Ashwa Sanchalanasana, la posizione n. 4 di Surya Namaskara, e da questa postura si può eseguire Ardha Chandrasana.

Dalla posizione finale di Ashwa Sanchalanasana mantenete l’equilibrio e sollevate le mani, portando i palmi uniti davanti al petto in posizione di preghiera.

Mantenendo i palmi uniti, alzate le braccia sopra il capo.

Inarcate il più possibile all’indietro la testa e la parte superiore del tronco per il massimo comfort senza sforzo.

Dovreste creare col corpo una curva gentile dalla punta delle dita delle mani alle dita del piede destro, simile a una falce di luna.

Bilanciatevi nella postura finale.

Nella posizione finale solo i piedi e il ginocchio destro toccano il pavimento.

Per rilasciare Ardha Chandrasana, abbassate di nuovo le mani in posizione di preghiera, quindi gentilmente riabbassatele sul pavimento, e guardate avanti, tornando ad Ashwa Sanchalanasa.

Rilasciate anche Ashwa Sanchalanasa e tornare alla posizione di partenza.

Questo è un ciclo.

Prima di praticare un numero uguale di cicli sull’altro lato, rilassatevi in Vajrasana (come per Ashwa Sanchalanasana).

Praticate da 5 a 10 cicli.

Respiro

Espirate mentre vi muovete lentamente verso Ashwa Sanchalanasa.

Inspirate sollevando le braccia in Ardha Chandrasana.

Trattenete il respiro nei polmoni per alcuni secondi nella posizione finale.

Espirate mentre abbassate le braccia.

Inspirate mentre rilasciate Ashwa Sanchalanasana.

Concentrazione

Fisica: sul movimento regolare controllato, sul profondo allungamento dai piedi alle punte delle dita e sulla sensazione di spaziosità indotta dall’apertura del petto e della regione della gola; sull’equilibrio e sulla sincronizzazione del movimento con il respiro.

Spirituale: su Vishuddhi Chakra.

Sequenza

Praticate dopo asana di piegamento in avanti.

Controindicazioni

Ardha Chandrasana non va praticata se si hanno ferite alle ginocchia, alle caviglie o alla schiena.

Benefici

Rende flessibile e rinforza la struttura scheletrica.

Produce un buon allungamento di collo, spalle, schiena e petto, allontanando sensazioni di congestione.

Migliora il senso dell’equilibrio.

Nota

L’aggiunta di questa posizione chiave cambia Surya Namskara in Chandra Namaskara.

Fonte:
Swami Satyananda Saraswati, “Asana Pranayama Mudra Bandha”, Yoga Publications Trust 2008

Asana Pranayama Mudra Bandha