Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Namaskarasana (Postura del saluto)

suryanamaskara 0

Namaskarasana (Postura del saluto)
Namaskarasana

Pratica 6: Namaskarasana (Postura del saluto)

Namaskarasana (Postura del saluto) è il sesto esercizio del Gruppo Shakti Bandha della Serie di Pawanmuktasana

Sedetevi nella posizione accovacciata con i piedi sul pavimento separati alla larghezza delle anche. Le ginocchia sono ampiamente divaricate e i gomiti appoggiati all’interno delle ginocchia.
Portate le mani unite nel gesto di preghiera davanti al torace.

Premete i gomiti contro la parte interna delle ginocchia.
Gli occhi possono essere aperti o chiusi.
Inspirate e inclinate la testa indietro.
Contemporaneamente utilizzate i gomiti per allargare il più possibile le ginocchia.
Questa è la posizione di partenza.

Namaskarasana - posizione di partenza

Sentite la pressione nella parte posteriore del collo.
Tenete la posizione per 3 secondi mentre trattenete il respiro nei polmoni.
Espirate e allungate le braccia davanti al corpo.
Contemporaneamente spingete le ginocchia verso l’interno, esercitando una leggera pressione sulla parte superiore delle braccia.
La testa si piega in avanti premendo il mento sul torace.
Allungate i muscoli della parte alta della schiena e delle spalle come se qualcuno vi tirasse in avanti dalle mani.
Mantenete la posizione per 3 secondi trattenendo il respiro fuori.

Namaskarasana - posizione finale

Ritornate alla posizione di partenza e portate i palmi uniti davanti al torace, inclinando la testa indietro.
Questo è un ciclo di Namaskarasana.
Praticate da 5 a 8 cicli.

Respiro
Inspirate mentre portate i palmi uniti davanti al torace. Espirate mentre allungate le braccia in avanti.
Consapevolezza
Sul respiro, sul movimento, sull’azione nella parte posteriore del collo e del torace nella posizione di partenza, e sui muscoli della parte superiore del dorso e delle spalle nella posizione di allungamento avanti.
Benefici
Namaskarasana ha un effetto profondo sui nervi e sui muscoli di cosce, ginocchia, spalle, braccia e collo.
Aumenta la flessibilità nelle anche.
Aiuta a liberare gas intrappolati nell’intestino.

Fonte:
Swami Satyananda Saraswati, “Asana Pranayama Mudra Bandha”, Yoga Publications Trust 2008