Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Reprimere gli stimoli naturali è causa di malattie

suryanamaskara 0

acharya
Durante il processo digestivo e metabolico si producono vari tipi di scorie. Alcune di queste vengono utilizzate nel corpo, altre invece devono essere eliminate attraverso canali differenti. Un’eliminazione appropriata e tempestiva di questi mala o prodotti di scarto aiuta ad avere una buona salute e a prevenire l’insorgere di disturbi. A causa degli acciacchi causati da questi disturbi, a volte questi scarti vengono prodotti in grande quantità. Mentre si curano le malattie dei pazienti è essenziale eliminare questi fattori morbosi.
Durante il corso normale della vita, questi scarti vengono eliminati per mezzo di canali diversi. Ma a causa di inibizioni sociali o culturali, e a causa dell’ignoranza, a volte una persona è forzata a sopprimere abitualmente questi bisogni naturali con il risultato di far rimanere questi scarti a contatto coi tessuti del corpo, causando così disturbi, disagio, malattia, morte. La maggior parte delle persone non penserebbe mai che trattenere il bisogno di urinare perché per esempio si è in viaggio in macchina potrebbe causare una malattia. Ma provate ad immaginare un commesso viaggiatore che deve stare alla guida di un veicolo per ore tutti i giorni. Esistono persone con grave edema alle gambe a causa di una costante repressione di questo bisogno dovuto all’impossibilità (perché si è un lavoratore dipendente) o all’incapacità (perché si è un lavoratore autonomo) di prendere una pausa per urinare. Provate a immaginare un parlamentare o, ad esempio, un membro del consiglio di amministrazione di una multinazionale, oppure, ancora, un operaio alla catena di montaggio, intercalare periodicamente la propria attività – un discorso per argomentare le proprie tesi, l’illustrazione analitica di un bilancio, il ciclo di assemblaggio di un autoveicolo – per urinare o eruttare o emettere un peto. Ovviamente ci saranno delle differenze: il politico e il manager potranno rischiare il ridicolo, mentre l’operaio rischierà il licenziamento. Il moderno stile di vita occidentale, originato dal modo di produzione capitalistico, orientato sempre all’avere e mai all’essere, sempre al fare e mai al sentire, è insano e foriero di squilibri, disarmonia, sofferenza, infelicità, malattia, morte.

Secondo la Charaka Samhita, Sutra Sthana, Cap. 7 (Navegandharaniya – Non-soppressione degli stimoli naturali):

“Una persona intelligente non dovrebbe trattenere le urgenze fisiologiche naturali che sorgono a causa di feci e urina, sperma, flatulenza, vomito, starnuti, eruttazione, sbadiglio, fame, sete, lacrimazione, sonno, respirazione pesante a causa di sforzo fisico.”

Lo Ashtanga Hridayam, Sutra Sthana, Cap. 4 (Roganutpadaniya – Prevenzione dell’instaurarsi della malattia) dà un elenco simile, in cui però il bisogno di eruttare è sostituito da quello di tossire. E aggiunge:

“Tutte le malattie derivano dal forzare queste necessità quando non sono ancora urgenze così come dal reprimerle quando i riflessi del loro espletamento sono già iniziati.”

Entrambi i testi forniscono un elenco di disturbi derivanti dalla soppressione di queste necessità corporali ed il trattamento necessario.
Illustrano poi altre urgenze, di natura per lo più mentale, che, al contrario, possono e devono essere controllate: l’avidità, il dolore, la rabbia, la gelosia, la passione e la concupiscenza, il parlare troppo, troppo aspramente, a voce troppo alta.

Gli stimoli naturali che non bisogna sopprimere sono

  1. Mutra Vega – urgenza di urinare
  2. Pureesha Vega – urgenza di defecare
  3. Retas – urgenza di eiaculare
  4. Vata – urgenza di scoreggiare
  5. Chardi – urgenza di vomitare
  6. Kshavatu – urgenza di starnutire
  7. Udagara – urgenza di eruttare
  8. Jrumbha – urgenza di sbadigliare
  9. Kshut – urgenza di mangiare
  10. Pipasa – urgenza di bere
  11. Vashpa – urgenza di piangere
  12. Nidra – urgenza di dormire
  13. Kasa – urgenza di tossire
  14. Nishwasa – urgenza di respirare pesantemente dopo un intenso sforzo fisico.

Dalla Charaka Samhita, Sutra Sthana, Capitolo 7, versi 5-30

Vari tipi di malattie si manifestano con la soppressione di questi impulsi. Tali malattie e la linea di trattamento è spiegato di seguito.

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a urinare:
Basti Mehanayo shoolam – dolore in vescica e pene
Mutrakruchra – disuria, dolore durante la minzione
Shiro Ruja – mal di testa
Vinamo – flessione del corpo
Vamkshana anaaha – distensione del basso addome.

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a defecare:
Pakvashaya Shula – coliche addominali
Shirashula – mal di testa
Vata, Varcha Pravartana – defecazione involontaria e il rilascio di flatus
Pindikodveshtana – crampi al polpaccio
Adhmana – distensione dell’addome.

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a eiaculare:
Medhra Vrushana shoola – Dolore in fallo e testicoli
Angamarda – malessere, dolori al corpo
Hrudi Vyatha – dolore e disagio in regione toracica
Mutra Vibandha – ritenzione urinaria

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a emette flatulenza:
Sango Vit Mutra Vatanaam – ritenzione di feci, urina e flatus
Adhmana – distensione dell’addome
Vedana – dolore
Klama – esaurimento, stanchezza
Malattie di Vata dovute a squilibrio nello stomaco.

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a vomitare:
Kandu – prurito, prurito, orticaria
Kota – pigmentazione nero di faccia
Aruchi – Anoressia
Shotha – edema
Pandu – anemia
Jvara – febbre
Kushta – malattie della pelle
Hrullasa – nausea
Visarpa – erisipela, tipo di malattia della pelle.

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a starnutire:
Manyasthamba – rigidità del collo – torcicollo
Shirashoola – mal di testa
Ardita – paralisi facciale
Ardhavabhedaka – emicrania, l’emicrania
Indriyanam Daurbalyam – debolezza degli organi di senso.

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a eruttare:
Hikka – singhiozzo
Shwasa – difficoltà respiratoria
Aruchi – anoressia
Kampa – tremori
Vibandh0 Hrudaya uraso – sensazione di ostruzione nel petto e nella regione del cuore.

I disturbi causati dalla soppressione dello stimolo a sbadigliare:
Vinama – flessione in avanti del corpo
Akshepa – convulsioni
Samkocha – contrazioni
Supti – intorpidimento
Kampa – tremore
Pravepana – scuotimento del corpo.

Malattie causate dalla soppressione della fame:
Karshya – perdita di peso, dimagrimento
Dourbalya – debolezza
Vaivarnya – cambiamento di carnagione
Angamarda – Malessere, dolori al corpo
Aruchi – Anoressia
Bhrama – vertigini.

Malattie causate dalla soppressione della sete:
Kanta Asya shosha – secchezza della gola e della bocca
Badhirya – sordità
Shrama – stanchezza
Sada – debolezza, dolori al corpo
Hrudi Vyatha – disagio nel cuore.

Malattie causate dalla soppressione delle lacrime:
Pratishyaya – rinite, naso che cola
Akshi roga – malattie degli occhi
Hrudroga – malattie di cuore
Aruchi – anoressia
Bhrama – vertigini.

Malattie causate dalla soppressione del sonno:
Jrumbha – sbadigliare
Angamarda – malessere, dolori al corpo
Tandra – sonnolenza
Shiroroga – mal di testa, le malattie di testa
Akshi Gourava – pesantezza negli occhi.

Malattie causate dalla soppressione della iperventilazione dopo sforzo fisico:
Gulma – gonfiore
Hrudroga – malattie cardiache e
Sammoha – svenimento, incoscienza.

Queste sono le malattie causate dalla soppressione dei vari impulsi naturali del corpo. Una persona che vuole prevenire le malattie non dovrebbe reprimere questi impulsi.

Abbiamo imparato a conoscere Adharaneeya Vega – gli stimoli che non dovrebbero essere soppresse / trattenuti.
Ora Charaka spiega Dharaneeya Vegas – gli impulsi che dovrebbero essere controllati.

Dharaneeya Vega – urgenze da controllare:
Colui che è desideroso del benessere durante la sua vita e dopo la morte, deve reprimere pulsioni di azioni avventate e malvagie – compiute mentalmente, con la parola e con il corpo.
Una persona saggia dovrebbe controllaqre le seguenti pulsioni mentali:
Lobha – avidità
Shoka – dispiacere
Bhaya – paura
Krodha – rabbia
Mana – vanità
Nairlajja – spudoratezza
Irshya – gelosia
Atiraga – eccessivo desiderio
Abhidhyaya – cattiva volontà, cattiveria.

Pulsioni da controllare legate al linguaggio:
Si dovrebbe evitare di
Parusha – usare parole estremamente dure
Atimatra – parlare troppo
Soochaka – calunniare
Anruta – mentire
Akala Vakya – parlare continuamente.

Altre pulsioni da controllare:
Stribhoga – desiderio verso altre donne
Astheya – furto
Himsa – violenza, ostilità
Parapeeda – maltrattamento

La persona virtuosa che sopprime tutte le pulsioni negative di cui sopra relative alla mente, parola e azioni fisiche, è felice e raggiunge tre dei quattro fini dell’essere:
Dharma – buone azioni
Artha – ricchezza, prosperità
Kama – desiderio.

Il quarto fine è Moksha – Liberazione dal ciclo delle rinascite.

Fonti

Charaka Samhita, Sutra Sthana, Capitolo 7
Ashtanga Hridaya, Sutra Sthana, Capitolo 4
Bhagwan Dash – Terapia del massaggio nell’Ayurveda

http://easyayurveda.com/2013/12/16/suppress-body-urges-charak-samhita-sutrasthana-7th-chapter/
http://easyayurveda.com/2012/12/19/preventive-healthcare-astanga-hridaya-sutrasthana-4th-chapter/
http://ahsutrasthana.blogspot.it/2013/10/4-roganutpadaniya.html