Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Svara vijnana: Sole, Luna, Fuoco

suryanamaskara 0

Svara Yoga by Swami Sivananda

Il Sole, la Luna, il Fuoco

Il flusso del respiro attraverso Ida, Pingala e Sushumna Nadi ha grande rilevanza per la nostra esistenza.
Ida o Chandra Nadi (la Luna) è determinata dal flusso del respiro attraverso la narice sinistra.
Pingala o Surya Nadi (il Sole) è determinato dal flusso nella narice destra.
Queste due Nadi funzionano alternativamente.
La variazione di flusso da una narice all’altra è chiamato Vishuvat.
Sushumna (il Fuoco) è la più importante delle tre principali Nadi.
Ida è rinfrescante e Pingala è riscaldante.
Ida è di colore chiaro, Pingala è di colore rosso fuoco.
Ida e Pingala indicano Kala, il tempo.
Sushumna inghiotte il tempo. Questo bisogna conoscere grazie a Svara vijnana
Quando il respiro cambia il proprio flusso da una narice all’altra in rapida successione con ogni atto respiratorio, si dice che Sushumna sia operante in uno stato denominato Vishuvat, e che questo flusso è considerato infausto per ogni atto intrapreso.
Vi è un secondo tipo di flusso attribuibile a Sushumna riconoscibile dal flusso del respiro attraverso entrambe le narici, caratterizzato dalla uniformità del flusso senza rapidi cambiamenti da una narice all’altra.
Questa è la condizione migliore per intraprendere la concentrazione e la meditazione, in quanto favorisce uno stato tendenzialmente privo di costruzioni mentali.
È molto difficile mantenere un flusso costante di aria attraverso entrambe le narici, per cui bisognerebbe saper utilizzare quei brevi periodi in cui Sushumna fluisce naturalmente per avere l’Esperienza della totalità.
Quella donna o quell’uomo che ha acquisito il controllo della funzione delle tre Nadi e che sia capace di portare il Prana in Sushumna, ha l’opportunità di purificare la mente e di sconfiggere o trascendere Kaala, il Tempo, la Morte.
La persona che ha così calmato il Prana in Sushumna deve tentare di condurlo verso Brahmarandhra e poi sperimenterà Samadhi o lo stato Super-conscio.
Lo Yogi conosce il momento della sua morte. conduce il suo Prana nella Sushumna, da qui al Brahmarandhra e sfida il Tempo e la Morte.
Tantissimi eventi sono interconnessi tramite il tempo, quindi la Morte si chiama anche Tempo – Kalayati iti kaalah.
Nascita e morte sono concetti che hanno significato solo all’interno del concetto di tempo. Andare oltre il tempo è andare oltre la nascita e la morte, è raggiungere uno stato trascendente, l’immortalità.
Sushumna divora il tempo. Questo è il più grande segreto Yoga.
Conducendo il respiro lungo la Sushumna alla corona della testa, si ottiene l’immortalità, si beve Amrita, il nèttare.
Quando si rileva la presenza della Morte, trattenete il respiro nella Sushumna. La morte fuggirà da voi.
Ecco come si può ottenere la vittoria sulla morte e godere di buona salute e prolungare indefinitamente la vita.

Svara Vijnana

Ciascuna delle due Nadi, Ida e Pingala, funziona alternativamente per un periodo di 2 Ghatika e mezzo (un’ora), a partire dal sorgere del sole.
Così, nel corso di un solo giorno (24 ore), il respiro scorre dodici volte in Ida e dodici volte in Pingala. Questa è la condizione normale di un individuo sano.
In generale, Sushumna non funziona quando si è impegnati in azioni mentali o fisiche.
Solo quando la mente è concentrata e la sua attività, normalmente tumultuosa e dissipata, viene placata e raccolta in un solo punto, la Sushumna entra in azione (e il respiro fluisce simultaneamente e liberamente in entrambe le narici).
Se, d’altra parte, l’altra varietà di Sushumna (oscillazione del flusso a velocità rapida e con sobbalzi da una narice all’altra) funziona durante lo stato di veglia o quando la mente non è in uno stato meditativo, questo denota un disturbo nel normale flusso del respiro.

Il flusso appropriato

Oltre alla regola di cui sopra che controlla il flusso del respiro nelle due Nadi, anche il giorno lunare influenza il funzionamento del Nadi, ma non ne modifica l’alternanza.
Si deve ricordare che la Luna esercita una forte influenza sulla mente umana. Nel Purusha Sukta troviamo: “Chandrama manaso jatah” – La luna è nata dalla mente (del Virat Purusha, l’Essere Cosmico). Nel cosmo, la luna è controllata dalla Mente Cosmica. Essendo la mente individuale un aspetto gerarchicamente inferiore della Mente Cosmica, il collegamento con la luna determina la correlazione con le fasi della luna.
Quando la luna cresce e cala, anche la mente cresce e cala, quindi è naturale che vi sia un rapporto tra il flusso del respiro e i giorni lunari.
Il primo giorno della quindicina luminosa (cioè dalla luna nuova alla luna piena), al sorgere del sole, il flusso inizia con Ida o Chandra Nadi.

Successivamente, cambia ogni ora del giorno, da Ida a Pingala e da Pingala a Ida. Questo processo continua per tre giorni. La mattina del quarto giorno lunare (della quindicina luminosa) il flusso parte da Pingala o Surya Nadi, con la medesima alternanza, e anche questo processo prosegue per tre giorni.
Così, vi è un cambiamento nel flusso del respiro ogni quarta mattina del ciclo lunare. Se, in un qualsiasi giorno, il flusso inizia con Ida, il quarto giorno sarà contrassegnato da un flusso in Pingala al sorgere del sole.
Il contrario avviene nella quindicina scura, cioè nel periodo che va dalla luna piena alla luna nuova. Il primo giorno lunare della quindicina oscura inizia con Pingala all’alba e scorre con frequenza oraria e modifiche alla fine di ogni terzo giorno come descritto sopra.
Per riassumere:

  • Ida scorre al sorgere del sole nei seguenti giorni: 1°, 2° e 3°, 7°, 8° e 9°, 13°, 14° e 15° giorno lunare della quindicina luminosa, e il 4°, 5° e 6°, 1O°, 11° e 12° giorno lunare della quindicina oscura.
  • Pingala scorre al sorgere del sole nei seguenti giorni: 1°, 2° e 3°, 7°, 8° e 9°, 13°, 14° e 15° della quindicina oscura, e 4°, 5° e 6°, 10°, 11° e 12° della quindicina luminosa.

Tithi o giorni lunari
Quanto sopra indica il flusso normale in una persona sana. Se questo modello non è rispettato, sorgono disturbi interni. Essi possono essere corretti prima che sia permesso loro di manifestarsi e aggravarsi, impostando correttamente il flusso, senza l’aiuto di farmaci.

Significato del flusso

Ida all’alba e Pingala al tramonto sono di buon auspicio.
Malattia e risultati negativi sono previsti se il flusso non segue questa configurazione.
Un flusso continuo di Ida tutto il giorno e di Pingala durante la notte rende l’uomo un grande yogi.
Successo in tutte le azioni intraprese se il flusso è in Chandra Nadi il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì della metà luminosa del mese lunare.
Allo stesso modo, un flusso nel Surya Nadi domenica, martedì e sabato nella quindicina scura garantisce successo a tutti i livelli di azione.
I seguenti modelli di flusso sono ugualmente di buon auspicio, vale a dire, Ida durante la mattina e a mezzogiorno e Pingala durante la sera.
Ancora, il flusso del respiro lungo Ida e Pingala è legato ai segni zodiacali che stanno sorgendo a Oriente.
Il flusso di Ida è favorevole quando Toro, Cancro, Vergine, Scorpione, Capricorno e Pesci sorgono a est.
Il flusso di Pingala è auspicioso quando sorgono Ariete, Gemelli, Leone, Bilancia, Sagittario, Acquario.

Modificare il flusso

Ogni individuo può regolare e dirigere il flusso del respiro lungo un particolare canale psichico in un momento particolare, al fine di benedire i suoi impegni con il successo. La conoscenza dei vari mezzi per cambiare la direzione del flusso, dunque, è essenziale.

Ci sono vari modi per cambiare il corso del respiro da una narice all’altra, qui sono menzionati alcuni:

  1. Inserire nella narice (una qualsiasi) un batuffolo di cotone leggero. Il respiro fluirà in breve tempo attraverso l’altra narice.
  2. È possibile chiudere la narice attraverso il quale il respiro scorre con il pollice. Ciò deviare il flusso attraverso l’altra narice.
  3. Quando Ida scorre, posizionare il palmo della mano sinistra a terra (mentre siete seduti in Sukha Asana o Padmasana) e premere il gomito sinistro sul lato sinistro appena sotto le costole, applicando una leggera pressione. Inclinare leggermente il corpo verso il lato sinistro. Il flusso del respiro cambierà da sinistra a destra. il stesso dovrebbe essere fatto sul lato destro con il gomito destro se si desidera modificare il flusso da destra a sinistra.
  4. È possibile utilizzare lo Yoga Danda, un bastone di circa un cubito di lunghezza con un pezzo a forma di U fissato orizzontalmente nella parte superiore. Posizionare l’ascella nella scanalatura ad U. Applicare una leggera pressione e piegarsi un po’ su quel lato. Il flusso viene deviato verso l’altro lato. Lo stesso può essere fatto anche con l’aiuto di un lungo bastone mentre si cammina o in piedi.
  5. Anche la mente può essere addestrata a controllare il flusso. Proprio come si controllano i muscoli del corpo, con un semplice pensiero della mente, il flusso può essere cambiato da una narice all’altra.
  6. Se ci si sdraia sul fianco sinistro, il flusso cambierà verso la narice destra e viceversa.

Si dovrà cambiare il flusso come e quando necessario, in base alle vostre esigenze.
Modificare il flusso di Sushumna è leggermente più difficile e mantenerlo è ancora più difficile.

Passaggio a Sushumna

I seguenti metodi aiutano a cambiare il flusso da una delle due Nadi polari a Sushumna.

  1. Sdraiatevi sulla schiena, senza cuscino. Concentratevi sulla punta del naso o sullo spazio tra le due sopracciglia, Trikuti. Sushumna entrerà in funzione.
  2. Sedete in Sukhasana, Padmasana o Siddhasana. Fare un paio di cicli di Bhastrika Pranayama. Concentratevi come sopra. Il flusso passerà in Sushumna.
  3. Concentratevi su uno dei sei Chakra: ciò aiuterà a cambiare il flusso verso Sushumna.

La stabilità della postura nella quale la colonna vertebrale è in linea retta, l’intensità della concentrazione, la fissità del pensiero, sono tutte cose che garantiscono il flusso del respiro in Sushumna. Queste tre cose aiuteranno il mantenimento del flusso. Se una delle suddette tre viene meno, il respiro sarà deviato verso destra o verso sinistra.

L’uso delle Nadi

Durante il flusso di Surya Nadi, forza, vitalità e buona digestione sono garantite.
Durante il flusso di Chandra Nadi, la digestione avviene ma tossine si formano nel sistema.
Sushumna conduce alla beatitudine finale.
Mentre dormite sul lato sinistro, la Surya Nadi è in funzione e la mente riposa bene, perché Chandra Nadi è in riposo.
Se Chandra Nadi scorre mentre si dorme, il sonno sarà popolato da sogni.
Hita Nadi (in cui chitta, il composto mentale, risiede nel suo percorso verso il sonno profondo) è leggermente a sinistra e non deve essere disturbata da un flusso in Chandra Nadi mentre si dorme. Con Hita Nadi stimolata, si avranno sogni.
Pertanto, si dovrebbe sempre dormire sul lato sinistro permettendo a Surya Nadi di funzionare. Così si ottengono due risultati: sonno profondo ristoratore e digestione ideale che porta a salute, forza e vitalità.
È possibile mantenere la coscienza sveglia, consentendo il riposo ai sensi e alla mente subconscia, se si dorme sul lato destro.
Tutte le attività esterne che sono finalizzate a fare il bene individuale e universale devono essere intraprese mentre Chandra Nadi è in opera.

Di seguito alcuni degli atti di buon auspicio che possono essere iniziati durante un flusso in Ida:
Cambiare stile di vita vita, iniziare lo studio delle scitture, viaggiare, incontrare amici, parenti e anziani;
erigere edifici e templi, coltivare la terra, prendere appuntamenti, contrarre matrimonio, indossare vestiti nuovi e gioielli, preparare farmaci nutritivi.

Surya Nadi dovrebbe funzionare quando viene avviato lo studio del Mantra Sastra relative a divinità Rajasiche o Tamasiche.
Surya Nadi dovrebbe funzionare anche mentre si mangia e si prende il bagno.

In breve, gli atti duraturi dovrebbero essere avviati mentre il respiro fluisce attraverso Ida e di tutti gli atti che sono o transitori o temporanei nella loro natura dovrebbero essere eseguiti mentre Pingala o Surya Nadi è in funzione.

Il flusso in Sushumna dovrebbe sempre essere riservato ad attività finalizzate al benessere spirituale, come la concentrazione, la meditazione, il pranayama.

Bibliografia

SVARA YOGA di Swami Sivananda
The Divine Life Society Publications
Logo of The Divine Life Society