Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Sarpasana (posizione del serpente)

suryanamaskara 0

Sarpasana (posizione del serpente)
Sarpasana (posizione del serpente)
Sdraiatevi sull’addome con le gambe dritte ed i piedi uniti.
Intrecciate le dita e mettete le mani sulla parte superiore delle natiche.
Appoggiate il mento sul pavimento.
Questa è la posizione iniziale.
Utilizzando i muscoli della parte bassa della schiena, sollevate il torace dal pavimento il più possibile.
Spingete le mani più indietro possibile e sollevate le braccia finché confortevolmente possibile.
Immaginate che le braccia vengano tirate da dietro.
Sollevate il corpo più in alto possibile senza sforzare.
Stringete le scapole e guardare in avanti.
Mantenete la postura finché c’è confortevolezza.
Lentamente ritornate alla posizione di partenza e rilassare tutto il corpo.
Liberate le mani e rilassate le braccia ai lati del corpo.
Girate la testa da un lato.
Questo è un ciclo.
Praticate fino a 5 cicli.
Respiro
Inspirate lentamente e profondamente nella posizione iniziale prima di sollevarvi.
Trattenete il respiro nella posizione finale e mentre vi sollevate.
Espirate mentre vi abbassate.
Consapevolezza
Mantenete la consapevolezza fisica sulla contrazione dei muscoli spinali e delle braccia.
Focalizzate la vostra consapevolezza spirituale su anahata chakra.
Sequenza
Questa è una buona asana preparatoria per bhujangasana.
Limiti
Le persone sofferenti di ulcera peptica, ernia, tubercolosi intestinale o ipertiroidismo non dovrebbero eseguire questa asana senza la guida di un insegnante competente.
Le persone con disturbi cardiaci e pressione alta non dovrebbero eseguire questa asana.
Benefici
Fondamentalmente gli stessi di bhujangasana; inoltre sarpasana aiuta a correggere la postura, in particolare le spalle arrotondate, ed ha un profondo effetto rinforzante sui muscoli della schiena.