Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Riflessione sui centri psichici: muladhara chakra – 1° parte

suryanamaskara 0

muladhara chakra
La parola sanskrita mula significa “radice o base”, e questa è precisamente l’essenza di questo chakra.
Muladhara è alla radice del sistema dei chakra e i suoi influssi sono alla base di tutta la nostra esistenza.
Gli impulsi della vita salgono attraverso il corpo e fioriscono come più ampia espansione della nostra consapevolezza nell’area conosciuta come sahasrara.
Sembra un paradosso che il chakra più terreno e basilare ci guidi fino alla coscienza più elevata.
Nella filosofia Sankhya, il concetto di muladhara è conosciuto come mula prakriti, la base trascendentale della natura fisica.
L’intero universo e tutti i suoi componenti devono avere delle basi da cui evolvere e a cui tornare dopo la dissoluzione.
La sorgente originale di tutta l’evoluzione è mula prakriti.
Muladhara, come base di mula prakriti, è responsabile di tutto quanto avviene nel mondo del nome e della forma.
Nel Tantra, muladhara è la sede di kundalini shakti, la base da cui sorge la possibilità di una più alta realizzazione.
Si dice che questo grande potenziale giaccia addormentato sotto forma di un serpente arrotolato.
Quando si sveglia si muove verso l’alto attraverso sushumna nadi, nel midollo spinale, finché raggiunge sahasrara, dove avviene l’esperienza finale dell’illuminazione.
Quindi il risveglio di muladhara è considerato essere di grande importanza in kundalini yoga.

Da “Kundalini Tantra”, Swami Satyananda Saraswati, edizioni Satyananda Ashram Italia 1984