Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Kundalini e il cervello

suryanamaskara 0

kundalini e il cervello
Il risveglio della kundalini e la sua unione con Shiva sono intimamente connessi con tutto il cervello.
Il cervello ha dieci sezioni, delle quali nove sono dormienti e una attiva.
Qualsiasi cosa sappiate, pensiate o facciate viene da un decimo del cervello.
Gli altri nove decimi, che stanno nella zona frontale del cervello, sono conosciuti come il cervello inattivo o dormiente.
Perché queste aree sono inattive?
Perché non c’è energia.
La parte attiva del cervello funziona grazie all’energia di ida e pingala, ma gli altri nove decimi la ricevono solo da pingala.
Pingala è la vitalità e ida la coscienza.
Se un uomo è vivo ma è incapace di pensare, diciamo che ha prana shakti ma non manas shakti.
Similmente, le parti silenti del cervello hanno prana ma non coscienza.
Così si pone un quesito molto difficile: come risvegliare le aree dormienti del cervello?
Sappiamo come risvegliare la paura, l’ansia e la passione, ma la maggior parte di noi non sa come risvegliare queste aree dormienti del cervello.
Per risvegliare le aree silenti dobbiamo caricare la parte frontale del cervello con sufficiente prana e dobbiamo risvegliare sushumna nadi.
Per entrambi questi scopi dobbiamo praticare regolarmente e costantemente pranayama per un lungo periodo di tempo.
Illuminare il cervello
Nel kundalini yoga si è scoperto che le diverse parti del cervello sono connesse con i chakra.
Alcune aree sono collegate con muladhara chakra, altre con swadhisthana, manipura, anahata, vishuddhi e agya.
Quando volete accendere una lampadina, non dovete intervenire direttamente sulla lampadina, ma la fate funzionare per mezzo dell’interruttore sulla parete.
Allo stesso modo, quando volete risvegliare il cervello, non potete operare direttamente su di esso, ma dovete intervenire sugli interruttori che sono situati nei chakra.
La scienza moderna suddivide le aree dormienti del cervello in dieci zone, mentre in kundalini yoga vengono suddivise in sei.
Le qualità o manifestazioni del cervello hanno anche sei aspetti, per esempio i poteri psichici.
Questi si manifestano nei singoli individui secondo il grado di risveglio nelle corrispondenti aree del cervello.
Non tutti sono chiaroveggenti o telepatici, solo alcune persone sono musicisti di talento.
Tutti possono cantare, ma esiste un centro del cervello dove si manifesta la musica trascendentale.

kundalini e il cervello: seconda parte

Da “Kundalini Tantra”, Swami Satyananda Saraswati, edizioni Satyananda Ashram Italia 1984