Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Yogasutra – Libro delle facoltà sovrannaturali (Vibhuti pada): Sutra 9 – 16

suryanamaskara 0

nubi
Yogasutra – Libro delle facoltà sovrannaturali (Vibhuti pada): Sutra 9 – 16
9
व्युत्थाननिरोधसंस्कारयोः अभिभवप्रादुर्भावौ निरोधक्षण चित्तान्वयो निरोधपरिणामः ॥९॥

vyutthāna-nirodha-saṁskārayoḥ abhibhava-prādurbhāvau nirodhakṣaṇa cittānvayo nirodha-pariṇāmaḥ

Il mutamento inibitivo consiste nella repressione delle impressioni della dispersione e nella [simultanea] comparsa delle impressioni dell’inibizione che ha luogo nella mente in [ogni] istante di inibizione.
Traduzione alternativa: “Lo stabilizzarsi del movimento (nirhoda parinama) è quella trasformazione della
mente allorché viene progressivamente permeata da quella condizione di non mente (nirhoda) che avviene fugacemente tra un’impressione che sta svanendo e quella che prende il suo posto.”

10
तस्य प्रशान्तवाहिता संस्कारत् ॥१०॥

tasya praśānta-vāhitā saṁskārat

Grazie a tale impressione il flusso mentale si acquieta.
Traduzione alternativa: “Questa condizione (nirhoda) diviene stabile con l’esercizio.”

11
सर्वार्थता एकाग्रातयोः क्षयोदयौ चित्तस्य समाधिपरिणामः ॥११॥

sarvārthatā ekāgrātayoḥ kṣayodayau cittasya samādhi-pariṇāmaḥ

Il mutamento enstatico della mente consiste nell’estinzione dell’onnintenzionalità e nell’emersione dell’unintenzionalità.
Traduzione alternativa: “Questa condizione evolve nella consapevolezza (samadhi parinam) per l’assestarsi
graduale delle distrazioni e l’instaurarsi della concentrazione su un unico oggetto.”

12
ततः पुनः शातोदितौ तुल्यप्रत्ययौ चित्तस्यैकाग्रतापरिणामः ॥१२॥

tataḥ punaḥ śātoditau tulya-pratyayau cittasya-ikāgratā-pariṇāmaḥ

Il mutamento unintenzionale della mente consiste nell’eguaglianza della rappresentazione quiescente e di quella emergente.
Traduzione alternativa: “L’attenzione è su un punto sull’oggetto (ekagrata parinam), ogni tanto scompare
(rinsorgono movimenti della coscienza) ma è rimpiazzato l’istante successivo con un
oggetto del tutto simile.”

13
एतेन भूतेन्द्रियेषु धर्मलक्षणावस्था व्याख्याताः ॥१३॥

etena bhūtendriyeṣu dharma-lakṣaṇa-avasthā vyākhyātāḥ

Con ciò è spiegato il mutamento degli accidenti, della determinazione [temporale] e dello stato [d’intensità] negli elementi e negli organi.
Traduzione alternativa: “Con ciò (l’evoluzione della coscienza) si spiegano le modificazioni (della
percezione) che riguardano i tre campi la qualità principale di un oggetto (dharma), i
suoi attributi e lo stato in qui si trova. Modificazioni che riguardano gli elementi
(butha) e gli organi di senso (indrya). Cioè l’evoluzione della coscienza spiega un cambiamento profondo della percezione.”

14
शानोदिताव्यपदेश्यधर्मानुपाती धर्मी ॥१४॥

śān-odita-avyapadeśya-dharmānupātī dharmī

La sostanza è l’elemento concomitante agli accidenti quiescenti, emergenti e indeterminati.
Traduzione alternativa: “L’oggetto si fonda su qualità essenziali che sono sia sopite, sia non ancora
manifestate.”

15
क्रमान्यत्वं परिणामान्यतेवे हेतुः ॥१५॥

kramānyatvaṁ pariṇāmānyateve hetuḥ

La diversità delle sequenze è la ragione della diversità delle mutazioni.
Traduzione alternativa: “La diversità delle forme (varietà delle trasformazioni) dipende dalla percezione e segue un destino un ordine naturale.
Quindi orientando il samyama su un oggetto ne possiamo avere una conoscenza più profonda che va al di là della nostra comprensione ordinaria.”

16
परिणामत्रयसंयमाततीतानागत ज्ञानम् ॥१६॥

pariṇāmatraya-saṁyamāt-atītānāgata jñānam

Concentrandosi sul triplice mutamento [si ottiene] la conoscenza del passato e del futuro.
Traduzione alternativa: “Grazie al samyama sui tre tipi di trasformazione (parinama) la conoscenza del
passato (atita) e del futuro (anagata).”

Sutra precedenti
Libro delle facoltà sovrannaturali – Sutra 1 – 8
Libro del metodo – Sutra 46 – 55
Libro del metodo – Sutra 35 – 45
Libro del metodo – Sutra 26 – 34
Libro del metodo – Sutra 12 – 25
Libro del metodo – Sutra 1- 11
Libro dell’illuminazione – Sutra 33 – 51
Libro dell’illuminazione – Sutra 24 – 32
Libro dell’illuminazione – Sutra 12 – 23
Libro dell’illuminazione – Sutra 1 – 11