Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Agnisara Kriya o Vahnisara Dhauti (attivazione del fuoco digestivo o pulizia con l’essenza del fuoco)

suryanamaskara 0

agnisara kriya

Agnisara Kriya o Vahnisara Dhauti (attivazione del fuoco digestivo o pulizia con l’essenza del fuoco)

Sedete in bhadrasana con gli alluci che si toccano, o in padmasana.
Inspirate profondamente.
Espirate, svuotando i polmoni per quanto possibile.
Inclinatevi leggermente in avanti, raddrizzando i gomiti.
Spingete verso il basso le ginocchia con le mani ed eseguire jalandhara bandha.
Contraete ed espandete rapidamente i muscoli addominali finché è possibile trattenere il respiro fuori comodamente.
Non sforzate.
Rilasciare jalandhara bandha.
Quando la testa è in posizione verticale, fate un respiro lento, profondo.
Questo è un ciclo di Agnisara Kriya.
Rilassatevi fino a quando il respiro si normalizza prima di iniziare il ciclo successivo.
Durata: i principianti possono trovare questa pratica difficile e stancarsi rapidamente a causa della mancanza di controllo volontario dei muscoli addominali.
I muscoli devono essere sviluppati lentamente e gradualmente.
Tre cicli di 10 contrazioni addominali ed espansioni sono sufficienti in un primo momento. Con la pratica regolare, fino a 50 movimenti addominali possono essere eseguiti per ogni ciclo.
Il tempo di ritenzione del respiro dovrebbe essere aumentato gradualmente.
Consapevolezza
Fisica: sul movimento addominale.
Spirituale: su manipura chakra.
Sequenza: praticate dopo le asana. Agnisara kriya dovrebbe essere praticata a stomaco vuoto, preferibilmente al mattino presto prima di colazione, e idealmente dopo aver svuotato le viscere.
Precauzioni: durante i mesi estivi, questa pratica deve essere eseguita con attenzione in quanto può aumentare il calore del corpo e la pressione sanguigna, e deve sempre essere seguita da un pranayama rinfrescante come shitkari o shitali.
Controindicazioni: Le persone che soffrono di pressione alta, malattie cardiache, ulcera duodenale o peptica acuta, tiroide iperattiva o diarrea cronica non dovrebbero eseguire questo kriya.
Le donne in gravidanza dovrebbero astenersi da questa pratica.
Benefici: Agnisara Kriya stimola l’appetito e migliora la digestione. Massaggia l’addome, rinforza i muscoli addominali e favorisce uno statos ottimale degli organi addominali. Agnisara kriya stimola i cinque prana, in particolare Samana, e aumenta notevolmente il livello di energia. Allevia depressione, ottusità e letargia.


swana pranayama
Pratica preparatoria: swana pranayama (respiro ansante)
Sedete in bhadrasana, mantenendo gli alluci in contatto tra loro. Mettete le mani sulle ginocchia e chiudete gli occhi.
Rilassate il corpo intero per pochi minuti, in particolare l’addome.
Raddrizzate le braccia e inclinatevi leggermente in avanti.
Mantenete la testa eretta.
Aprite bene la bocca larga e tirate fuori la lingua.
Respirate in modo ansimante attraverso la bocca, con la lingua estesa.
Contraete ed espandete l’addome rapidamente.
Espirate mentre contraete l’addome, inspirate mentre espandete l’addome.
La respirazione deve essere passiva, come se fosse provocata dal movimento accentuato dell’addome, e dovrebbe assomigliare all’ansimare di un cane.
Tenete il petto fermo per quanto possibile.
Non sforzate.
Inspirate ed espirate da 10 a 20 volte.
Questo è un ciclo di swana pranayama. Praticate 3 cicli.
Rilassatevi e respirare normalmente tra un ciclo e l’altro.
Consapevolezza
Fisica: sulla sincronizzazione del respiro con il movimento addominale.
Spirituale: su manipura chakra.
Note: questo kriya è una pratica eccellente per rafforzare e sviluppare il controllo dei muscoli addominali e il diaframma. È anche usato come pratica di preparazione per uddiyana bandha e nauli.
Le parole “agni” e “Vahni” significano entrambe “fuoco”; la parola “sara”, invece, significa “essenza”, e “kriya” significa “azione”. Il processo digestivo viene associato all’essenza o natura del fuoco. Se gli organi addominali non funzionano correttamente, il fuoco digestivo cova e ha bisogno di essere alimentato o soffiato per aumentare il suo potere. Agnisara kriya fa proprio questo, oltre a purificare il sistema digestivo e gli organi associati, permettendo l’assimilazione ottimale del cibo ingerito.