Crea sito
Press "Enter" to skip to content

Padmasana (posizione del loto)

suryanamaskara 0

Padmasana (posizione del loto)
padmasana - posizione del loto
Sedetevi con le gambe stese in avanti.
Piegate una gamba mettendo il piede sopra la coscia opposta.
La pianta del piede dovrebbe essere rivolta verso l’alto e il tallone dovrebbe toccare l’osso pubico.
Piegate l’altra gamba mettendo il piede sopra l’altra coscia.
Nota
Padmasana può essere praticata sia con gyana mudra che con chin mudra.
Quando si pratica padmasana la colonna vertebrale deve essere ferma e complet6amente eretta, come se fosse fissata al suolo.
Molti praticanti, specialmente i principianti, trovano che questa asana è più facile da mantenere se si mette un cuscino basso sotto le natiche prima di assumere la posizione.
Precauzioni
Questa assana non dovrebbe essere provata finché il praticante non abbia sviluppato flessibilità nelle gambe facendo gli esercizi pre-meditativi.
Limiti
Non deve essere praticata da persone con la sciatica o con infezioni sacrali.
Benefici
Una volta perfezionata, padmasana permette al praticante di mantenere il corpo perfettamente immobile per lunghi periodi di tempo.
Dal momento che il corpo e la mente sono in relazione e si controllano vicendevolmente, la stabilità del corpo porta alla stabilità della mente.
Tale stabilità è il primo passo verso una meditazione produttiva.
Questa asana dirige l’adeguato flusso di prana da muladhara chakra (nel perineo) a sahasrara (alla sommità del capo).
Padmasana tonifica i nervi coccigei e sacrali fornendoli di un flusso supplementare di sangue (il normale flusso sanguigno nelle gambe viene dirottato verso la regione addominale).
Padmasana aiuta ad eliminare molti problemi fisici, nervosi ed emozionali.
Stimola anche i processi digestivi.