Ostacoli sul sentiero dello yoga

Ganesha, Signore del successo nelle imprese, distruttore degli ostacoli

Un sentiero senza ostacoli non conduce in alcun luogo. Ogni strada, anche quella perfettamente lastricata, ha le sue insidie. Sono proprio gli ostacoli a tirare fuori le nostre doti migliori. Di fronte a difficoltà continue ed apparentemente insormontabili siamo spesso presi da sconforto, ma il pensiero da coltivare è: “vai avanti, è un’altra prova, ce la farai!” Sul sentiero dello … Continua a leggere

Marma: punti energetici di Yoga e Ayurveda

Ayurveda - marma della parte anteriore del corpo

L’uso di punti di pressione per il massaggio e l’agopuntura è oggi molto diffuso nel campo delle medicine olistiche. In Ayurveda, la medicina tradizionale indiana, questi punti di pressione sono chiamati Marma, che significa ‘vulnerabile’, ‘sensibile’. Tali punti possono essere utilizzati in modo specifico per diagnosi e trattamento della malattia o in generale per promuovere la salute e la longevità. … Continua a leggere

Kundalini yoga: introduzione ai chakra

la descrizione dei sei centri

L’argomento dei chakra non è facile da trattare. Molti scienziati e filosofi si trovano in grande difficoltà quando si tratta di accettare e spiegare l’esistenza dei chakra. Essi non sanno se i chakra si trovano nel corpo fisico o in quello sottile. Se esistono nel corpo fisico, dove sono? E per quanto riguarda il corpo sottile, questa non è materia … Continua a leggere

Prepararsi al risveglio

Per conseguire il risveglio della kundalini è fondamentale avere un guru. Senza un guru potete praticare qualsiasi forma di yoga, ma non kundalini yoga. Questo è un sistema estremamente potente. Kundalini yoga non comincia all’improvviso o a sbalzi. Non dovete imporvi alcun cambiamento sostanziale nel vostro stile di vita, ma dovete cominciare a praticare. Non cominciate con le pratiche avanzate; … Continua a leggere

Kundalini e il cervello: seconda parte

Risveglio totale e parziale Un genio è colui che è riuscito a risvegliare una o più delle aree dormienti del cervello. Quelle persone che hanno un lampo di genio sono coloro che hanno un momentaneo risveglio in particolari circuiti del cervello. Ma non è un risveglio totale. Quando il cervello intero si risveglia, diventate un piccolo dio, un’incarnazione della divinità. … Continua a leggere

Amaroli, secondo Swami Satyananda Saraswati

amaroli

Amaroli è una tecnica importante di yoga che è stata utilizzata in combinazione con molte delle pratiche avanzate. Oggi, amaroli è meglio noto come un processo terapeutico e molte persone ovunque si chiedono come può essere usato. Prima di tutto, amaroli deve essere appreso da un insegnante qualificato che ha una conoscenza approfondita della pratica. Il metodo di prendere amaroli … Continua a leggere

Ashwini mudra

Ashwini mudra (il mudra del cavallo) Stadio 1 Sedetevi in una posizione meditativa. Rilassate tutto il corpo. Chiudete gli occhi e respirate normalmente. Contraete i muscoli sfinterici dell’ano per alcuni secondi. Poi rilassateli per alcuni secondi. Ripetete il procedimento quante più volte possibile. Stadio 2 Inspirate mentre contemporaneamente contraete l’ano. Trattenete il respiro mentre mantenete la contrazione dei muscoli sfinterici. … Continua a leggere

Shambhavi mudra (sguardo fisso al centro tra le sopracciglia)

Shambhavi mudra (sguardo fisso al centro tra le sopracciglia) Sedetevi in una posizione meditativa, tenete il dorso eretto e mettete le mani sulle ginocchia in chin mudra o gyana mudra. Guardate avanti verso un punto fisso. Poi guardate verso l’alto il più possibile senza muovere la testa. Concentrate e focalizzate gli occhi al centro tra le sopracciglia. Cercate di sospendere … Continua a leggere

Vajrasana (posizione del fulmine)

vajrasana, posizione del fulmine

Vajrasana (posizione del fulmine) Mettetevi in ginocchio con i piedi distesi dietro e con gli alluci incrociati. Le ginocchia dovrebbero essere unite, i talloni separati. Abbassate le natiche portandole all’interno dei piedi con i talloni di fianco alle anche. Mettete le mani sulle ginocchia, palmi in basso. Durata Praticate vajrasana il più possibile, specialmente dopo i pasti per almeno cinque … Continua a leggere

Paramahamsa Satyananda mahasamadhi

Swami Satyananda Saraswati

Chi coltiva un pensiero raccoglie un’azione, chi coltiva un’azione raccoglie un’abitudine, chi coltiva un’abitudine raccoglie un carattere, chi coltiva un carattere raccoglie un destino. Swami Satyananda è nato in una piccola città vicino ad Almora, ai piedi dell’Himalaya. Fin da bambino mostrò qualità straordinarie ed ebbe la sua prima esperienza spirituale all’età di sei anni. Fu benedetto da molti saggi … Continua a leggere