Serie di pawanmuktasana – Esercizi antireumatici

prarambhik-sthiti-posizione-di-base-serie-di-pawanmuktasana

Questi esercizi hanno influenza benefica sulle diverse giunture ed organi del corpo.
Anche se sembrano molto semplici, essi hanno effetti sottili sul praticante.
Questa serie di esercizi dovrebbe essere fatta all’inizio di una seduta quotidiana di asana per sciogliere le giunture e rendere i muscoli flessibili.
Sono adatti anche per principianti e per coloro che sono deboli o malati, così come per le persone con problemi di cuore o di pressione alta e per coloro che hanno il corpo troppo rigido per fare altre asana. Continua a leggere

Padanguli Naman e Gulf Naman (Flessione delle dita dei piedi e delle caviglie)

Padanguli naman e gulf naman - serie di pawanmuktasana - flessione delle dita dei piedi

Padanguli Naman e Gulf Naman (Flessione delle dita dei piedi e delle caviglie) Pratica 1: Padanguli Naman (Flessione delle dita dei piedi) Sedetevi nella posizione di base. Mettere le mani accanto e leggermente dietro le natiche. Rilassatevi, appoggiandovi indietro e utilizzando come supporto le braccia tese per sostenere la schiena. Tenete la schiena dritta. Divenite consapevoli delle dita dei piedi. … Continua a leggere

La serie di Pawanmuktasana

Prarambhik Sthiti

La serie di Pawanmuktasana è un importante gruppo di pratiche che ha un effetto molto profondo sul corpo e la mente ed è quindi uno strumento utile soprattutto per la gestione yogica di vari disturbi e per il mantenimento di uno stato di salute. È uno dei contributi speciali degli insegnamenti di Swami Satyananda Saraswati. È essenziale per stabilire una … Continua a leggere

Anatomia e fisiologia degli asana – gli asana rilassanti

makara-asana

ASANA RILASSANTI II rilassamento, nello yoga, è direttamente collegato alla consapevolezza ed ha per scopo il rallentamento delle tensioni che operano a livello della coscienza (citta). Il concetto di cittavishranti (cioè la tranquillità a livello del la coscienza) è messo in risalto dallo hatha yoga, il quale attribuisce una grande importanza al rilassamento mentale. È risaputo che le tensioni mentali … Continua a leggere

Prana, la forza vitale

campo pranico

Nello Swara yoga, così come in tutti gli altri tipi di yoga, grande importanza viene data agli aspetti sia teorici che pratici del respiro. Secondo la Shiva Swarodaya: “Si deve conoscere il prana e le sue variazioni, le nadi o percorsi energetici, e i diversi tattwa o elementi del macrocosmo. Attraverso l’applicazione di tale conoscenza, lo swara yogi può conoscere … Continua a leggere

Swara yoga: il flusso degli elementi nel respiro

Il flusso degli elementi nel respiro

Sedete in silenzio e portate l’attenzione al respiro. Provare a rilevare in quale narice sta passando la maggior parte dell’aria. Poi provate a percepire la sensazione sottile di quale parte della narice è attraversata dall’aria. Il respiro della narice destra è l’energia solare maschile, quello della narice sinistra è l’energia lunare, femminile. Circa ogni 90 minuti il modello del respiro … Continua a leggere

Introduzione alla scienza dello swara yoga

Per migliaia di anni l’umanità ha cercato di penetrare nel regno della esperienza interiore. Ogni persona ha fatto del suo meglio per realizzare questo grande compito. Così ci sono molti modi e mezzi diversi per avere l’esperienza interiore, e di volta in volta l’uomo ha sperimentato i vari percorsi. Alcuni parlano di Karma Yoga, altri di Bhakti Yoga, Raja Yoga, … Continua a leggere

Prana mudra

Prana mudra o shanti mudra (invocazione della pace) Sedetevi in una posizione meditativa. Tenete la colonna vertebrale eretta, lo sguardo rivolto in avanti. Chiudete gli occhi e mettete le mani sul grembo. Stadio 1 Inspirate ed espirate più profondamente possibile contraendo i muscoli addominali per espellere il massimo quantitativo di aria dai polmoni. Eseguite mula bandha mentre contemporaneamente tenete il … Continua a leggere

Hamsasana

hamsasana

Hamsasana (posizione del cigno) Inginocchiatevi sul pavimento con i piedi uniti e le ginocchia separate. Mettete i palmi delle mani sul pavimento fra le ginocchia con le dita rivolte verso i piedi. Piegate le braccia all’altezza dei gomiti in modo che i gomiti siano rivolti indietro vicino all’addome. Simultaneamente inclinatevi in avanti e appoggiate l’addome sulla parte superiore delle braccia … Continua a leggere

Introduzione al pranayama – 1° parte

Prana è la forza vitale o eterea che pervade tutto il cosmo. Si trova in tutte le cose, sia animate che inanimate; è nelle pietre, negli insetti, negli animali e negli esseri umani. Anche se è strettamente in relazione con l’aria che respiriamo, non è esattamente la stessa cosa. Il prana è più sottile dell’aria e può essere definito come … Continua a leggere