Anatomia e fisiologia degli asana

asana

Anatomia e fisiologia degli asana II termine āsana (आसन, pronuncia: aàsana) significa, letteralmente, «posizione seduta» o semplicemente «posizione»: esso indica una postura corporea che contribuisce alla stabilità fisica e mentale e ingenera un senso di benessere. Il termine asana è pure usato ad indicare una stuoia vegetale, o anche una pelle d’antilope ben conciata, che costituiscono un comodo supporto per … Continua a leggere

Bhramari pranayama (respiro dell’ape ronzante)

Bhramari pranayama (respiro dell'ape ronzante)

Bhramari pranayama (respiro dell’ape ronzante) La parola bhramari significa ‘ape’ e la pratica è così chiamata perché viene prodotto un suono che imita quello di un’ape. Tecnica 1 Sedetevi in una comoda asana meditativa, preferibilmente padmasana o siddhasana / siddha yoni asana con le mani appoggiate sulle ginocchia in gyana o chin mudra. Chiudete gli occhi e rilassate tutto il … Continua a leggere

Pratyahara, la rivoluzione interiore

La tartaruga che ritira le membra nel guscio illustra il significato di Pratyahara

“La vera rivoluzione per raggiungere la libertà è quella interiore, qualsiasi rivoluzione esterna è una mera restaurazione della solita società che a nulla serve” J. Krishnamurti Pratyahara di per sé è Yoga, in quanto è la parte più importante nello Yoga Sadhana. Swami Shivananda Lo yoga è un vasto sistema di pratiche spirituali per la crescita interiore. A tal fine, … Continua a leggere

Nada sanchalana (dirigere la consapevolezza del suono)

Nada sanchalana (dirigere la consapevolezza del suono)

Kriya n. 3 : Nada sanchalana (dirigere la consapevolezza del suono) Questo kriya fa parte del gruppo di kriya che inducono pratyahara. Sedete in siddhasana, siddha yoni asana o padmasana. Espirate completamente. Tenete gli occhi aperti. Piegate la testa in avanti in modo rilassato. Il mento non dovrebbe comprimere con forza il torace. Portate la consapevolezza a muladhara chakra. Ripetete … Continua a leggere

Chakra anusandhana (la scoperta dei chakra)

Kriya n. 2 : Chakra anusandhana (la scoperta dei chakra) Questo kriya fa parte del gruppo di kriya che inducono pratyahara. Assumete siddhasana, siddha yoni asana o padmasana. Chiudete gli occhi. Respirate normalmente. In questa pratica non vi è connessione tra il respiro e la consapevolezza. Portate la consapevolezza a muladhara chakra. Ora fate salire lentamente la consapevolezza lungo il … Continua a leggere

Viparita karani mudra (atteggiamento dell’inversione)

viparita karani mudra

Secondo la tradizione vi è un numero totale di 76 kundalini kriya di kriya yoga. Le pratiche sono divise in tre gruppi: quelle che inducono pratyahara quelle che inducono dharana quelle che inducono dhyana Viparita karani mudra (atteggiamento dell’inversione) fa parte delle pratiche di kriya yoga per pratyahara. Assumete viparita karani asana. Il mento non deve toccare il torace. Praticate … Continua a leggere

Yogasutra – Libro del metodo (Sadhana pada): Sutra 46 – 55

Yogasutra – Libro del metodo (Sadhana pada): Sutra 46 – 55 46 स्थिरसुखमासनम् ॥४६॥ sthira-sukham-āsanam La postura è stabile e agevole. 47 प्रयत्नशैथिल्यानन्तसमापत्तिभ्याम् ॥४७॥ prayatna-śaithilya-ananta-samāpatti-bhyām [Ciò si ottiene] con il rilassamento dello sforzo e l’immedesimazione con l’infinito. 48 ततो द्वङ्द्वानभिघातः ॥४८॥ tato dvaṅdva-an-abhighātaḥ Allora si è immuni dalle coppie di contrari. 49 तस्मिन् सति श्वासप्रश्वास्योर्गतिविच्छेदः प्राणायामः ॥४९॥ tasmin sati śvāsa-praśvāsyor-gati-vicchedaḥ … Continua a leggere

Pashini mudra

Pashini mudra (mudra avvolto) Forma semplice Assumete halasana. Separate i piedi di circa mezzo metro. Piegate le gambe alle ginocchia e portate le cosce verso il torace finché le ginocchia toccano contemporaneamente le orecchie, le spalle ed il pavimento. Avvolgete le braccia strettamente intorno al retro delle gambe e della testa. Respirate lentamente e profondamente. Concentratevi su manipura chakra. Mantenete … Continua a leggere

Yoni mudra o shanmukhi mudra (mudra della sorgente psichica)

Yoni mudra o shanmukhi mudra (mudra della sorgente psichica) Sedetevi in una comoda asana meditativa, preferibilmente padmasana o siddhasana o siddha yoni asana. Tenete la testa e la spina dorsale diritte. Rilassate l’intero corpo. Inspirate lentamente e profondamente. Trattenete il respiro. Sollevate le braccia di fronte al viso, con i gomiti rivolti lateralmente. Chiudete le orecchie con i pollici, gli … Continua a leggere

Baddha yoni asana (posizione della sorgente)

baddha yoni asana (posizione della sorgente)

Baddha yoni asana (posizione della sorgente) Sedetevi in una qualsiasi asana meditativa. Eseguite yoni mudra. Concentrazione Su bindu chakra. Benefici Questa è un’asana eccellente per indurre pratyahara, ovvero dirigere la mente all’interno e liberarla dalle distrazioni del mondo esterno. È una delle asana più importanti in nada yoga, lo yoga dei suoni psichici. I benefici fisici sono gli stessi dell’asana … Continua a leggere