Riflessione sui centri psichici: bindu visarga – 2° parte

bindu visarga

La sede del nèttare In molti testi tantrici è scritto che bindu, la luna, produce una secrezione altamente inebriante. Gli yogi possono vivere di questo fluido d’ambrosia. Quando questa secrezione viene attivata nel corpo e padroneggiata, allora non c’è bisogno di altro per sopravvivere. Il mantenimento della vitalità del corpo diventa indipendente dal cibo. Spesso è stato riferito di persone … Continua a leggere

Riflessione sui centri psichici: bindu visarga – 1° parte

Bindu visarga o bindu chakra o soma chakra

La sorgente della creazione Bindu visarga è oltre il regno dell’esperienza ordinaria, e anche nei testi tantrici molto poco è scritto a suo riguardo. È il magazzino di tutti i karma dell’uomo appartenenti alle sue vite precedenti. Questi karma non sono solo sotto forma di vasana, ma anche nella forma di memorie. La parola bindu significa “goccia o punto”. È … Continua a leggere

Riflessione sui centri psichici: vishuddhi chakra – 2° parte

altra immaginevishuddhi chakra

Vishuddhi chakra: nèttare e veleno Nelle scritture tantriche si dice che all’interno di bindu, nel retro del capo, la luna secerne un fluido vitale, o essenza, conosciuto come nèttare. Questo fluido trascendentale gocciola nella coscienza individuale da bindu visarga. In questo contesto bindu può essere considerato come il centro o il passaggio attraverso cui l’individualità emerge dalla coscienza cosmica in … Continua a leggere

Viparita karani mudra (atteggiamento dell’inversione)

viparita karani mudra

Secondo la tradizione vi è un numero totale di 76 kundalini kriya di kriya yoga. Le pratiche sono divise in tre gruppi: quelle che inducono pratyahara quelle che inducono dharana quelle che inducono dhyana Viparita karani mudra (atteggiamento dell’inversione) fa parte delle pratiche di kriya yoga per pratyahara. Assumete viparita karani asana. Il mento non deve toccare il torace. Praticate … Continua a leggere

Vrischikasana

Vrischikasana (posizione dello scorpione) Assumete la posizione finale di sirshasana. Piegate le gambe ed inarcate la schiena. Spostate gli avambracci con attenzione in modo da portarli accanto alla testa paralleli fra di loro con i palmi a terra. Abbassate i piedi il più possibile verso il pavimento dietro la testa. Alzate lentamente la testa indietro e verso l’alto. poi, flettendo … Continua a leggere