Mente, pensiero e coscienza – l’ipotesi upanishadica

upanishad

La mente è la facoltà umana più misteriosa, poiché non è semplicemente una parte fisica del corpo umano che permette un esame fisiologico preciso; non è che un attributo funzionale di tale parte. Lo studio della mente e la formulazione di teorie sul suo funzionamento sono sempre stati un obiettivo intellettuale preferito dell’uomo, fin da tempi antichissimi. Celebri per l’antica … Continua a leggere

Riflessione sui centri psichici: agya chakra – 4° parte

manas, buddhi, chitta, ahamkara

Agya chakra e la mente Agya è essenzialmente il chakra della mente, rappresentando un più ampio livello di consapevolezza. Ogni qualvolta vi concentrate su qualcosa, sia su muladhara, swadhisthana o manipura chakra, oppure su un oggetto esterno o su un’idea, agya è interessato, moderatamente o potentemente, secondo il livello della vostra concentrazione. È attraverso agya che sopravviene la visione interiore … Continua a leggere

Riflessione sui centri psichici: agya chakra – 3° parte

cropped agya chakra image

Simbologia tradizionale di agya chakra Agya chakra è simboleggiato da un loto con due petali. Secondo le scritture è di un colore pallido, simile al grigio chiaro di un giorno di pioggia. Qualcuno dice che è bianco come la luna, o argenteo, ma effettivamente è di un colore intangibile. Sul petalo sinistro si trova la lettera sanskrita ham (ह) e … Continua a leggere

kriya yoga, una via per tutti

cropped Babaji image

Non dovremmo considerare le tecniche di kriya yoga come pratiche di concentrazione o di meditazione, perché il loro scopo non è il controllo mentale. La bellezza del kriya yoga sta nel fatto che non dovete fare altro che rimanere rilassati e lasciare che la mente si muova naturalmente e spontaneamente. La consapevolezza interiore allora si risveglierà e, a tempo debito, … Continua a leggere

La via del kriya yoga

Swami Sivananda di Rishikesh

Il sistema del kriya yoga è stato elaborato perché il risveglio della kundalini è molto difficile da raggiungere. Potete provare le varie pratiche yogiche e religiose che sono state sviluppate nel corso dei secoli, ma queste richiedono un alto grado di autodisciplina e severe austerità. Vi sono così tante cose da fare e da non fare che una persona normale … Continua a leggere

Introduzione alla Kundalini e al Tantra

Secondo Swami Satyananda Saraswati il messaggio dello Yoga ha influenzato in modo incisivo il corso del pensiero umano. Se vi sono alcuni dubbi, poiché molte persone pensano che lo Yoga sia un tipo di religione, di magia o di misticismo, questo è perché l’uomo crede che la materia sia il punto finale dell’evoluzione umana. Oggi la scienza penetra sempre più … Continua a leggere

Trataka (sguardo concentrato)

Trataka (sguardo concentrato) La tecnica del trataka viene tradizionalmente considerata come parte dell’hatha yoga. Poiché è più simile ad un mudra può essere anche considerata come parte del raja yoga. Questa potente tecnica può essere definita come il fissare lo sguardo in un punto (la parola trataka significa “guardare o fissare”). Se praticata regolarmente sviluppa il potere di concentrazione ad … Continua a leggere

Shambhavi mudra (sguardo fisso al centro tra le sopracciglia)

Shambhavi mudra (sguardo fisso al centro tra le sopracciglia) Sedetevi in una posizione meditativa, tenete il dorso eretto e mettete le mani sulle ginocchia in chin mudra o gyana mudra. Guardate avanti verso un punto fisso. Poi guardate verso l’alto il più possibile senza muovere la testa. Concentrate e focalizzate gli occhi al centro tra le sopracciglia. Cercate di sospendere … Continua a leggere

Padmasana (posizione del loto)

padmasana - posizione del loto

Padmasana (posizione del loto) Sedetevi con le gambe stese in avanti. Piegate una gamba mettendo il piede sopra la coscia opposta. La pianta del piede dovrebbe essere rivolta verso l’alto e il tallone dovrebbe toccare l’osso pubico. Piegate l’altra gamba mettendo il piede sopra l’altra coscia. Nota Padmasana può essere praticata sia con gyana mudra che con chin mudra. Quando … Continua a leggere

Asana meditative

Swami Satyananda Saraswati

Lo scopo principale di tutte le posizioni meditative è di permettere al praticante di sedere in una posizione per lunghi periodi di tempo. Negli stadi avanzati della meditazione la posizione deve essere mantenuta per alcune ore senza muovere il corpo e senza disagio fisico. Infatti solo quando il corpo è stabile e immobile una persona può meditare con successo. Le … Continua a leggere