Bhramari pranayama (respiro dell’ape ronzante)

Bhramari pranayama (respiro dell'ape ronzante)

Bhramari pranayama (respiro dell’ape ronzante) La parola bhramari significa ‘ape’ e la pratica è così chiamata perché viene prodotto un suono che imita quello di un’ape. Tecnica 1 Sedetevi in una comoda asana meditativa, preferibilmente padmasana o siddhasana / siddha yoni asana con le mani appoggiate sulle ginocchia in gyana o chin mudra. Chiudete gli occhi e rilassate tutto il … Continua a leggere

Kaki mudra (il becco del corvo)

Kaki Mudra (il becco del corvo)

Kaki Mudra (il becco del corvo) Sedete in una confortevole asana meditativa con la schiena dritta e le mani appoggiate sulle ginocchia in chin o gyana mudra. Chiudere gli occhi e rilassate tutto il corpo per alcuni minuti. Aprite gli occhi ed eseguire nasikagra drishti dirigendo gli occhi sulla punta del naso. Cercate di non muovere le palpebre durante la … Continua a leggere

Murchha pranayama

Murchha pranayama (pranayama dello svenimento) Questa pratica richiede un’asana ferma e stabile, le migliori sono padmasana e siddhasana. Inspirate attraverso entrambe le narici mentre inclinate la testa indietro ed eseguite shambhavi mudra. L’inspirazione dovrebbe essere lenta e profonda. Trattenete il respiro fino a quando è comodo, mantenendo shambhavi mudra e tenendo le braccia dritte, serrando i gomiti e premendo le … Continua a leggere

Surya bheda pranayama

Surya bheda pranayama (la tecnica che stimola la vitalità) Assumete una comoda asana meditativa. Mantenete la colonna vertebrale ed il capo eretti e mettete le mani sulle ginocchia. Chiudete gli occhi e rilassate tutto il corpo. Alzate la mano destra mettendo il medio e l’indice sulla fronte ed il pollice e l’anulare ai lati del naso. Chiudete la narice sinistra … Continua a leggere

Kapalbhati pranayama

Kapalbhati pranayama (la ventilazione della parte frontale del carvello) Sedetevi in una comoda posizione meditativa. Chiudete gli occhi e rilassatevi. Praticate da 60 a 100 rapide respirazioni. Al contrario di bhastrika, l’inspirazione dovrebbe essere spontanea con l’enfasi nell’espirazione. Poi espirate profondamente ed eseguite jalandhara, mula e uddiyana bandha contemporaneamemte. Meditate sul vuoto nella regione al centro fra le sopracciglia, sentendo … Continua a leggere

Ujjayi pranayama

Ujjayi pranayama (respirazione psichica) Sedetevi in una comoda posizione. Contraete la glottide nella gola ed eseguite khechari mudra, cioè piegate la lingua indietro in modo che il lato inferiore prema contro il palato molle. Respirate profondamente e gentilmente, producendo un suono simile al gentile russare di un bambino che dorme. Sentite che state respirando solo attraverso la gola. Durata Perfezionandolo … Continua a leggere

Bhastrika pranayama

Bhastrika pranayama (respirazione a mantice) Per praticare bhastrika pranayama sedetevi in un’asana meditativa. Tenete la testa e la colonna vertebrale erette. Chiudete gli occhi e rilassatevi. Stadio 1 Mettete la mano sinistra sul ginocchio sinistro e l’indice ed il medio della mano destra sulla fronte. Mettete il pollice di fianco alla narice destra e l’anulare di fianco alla narice sinistra. … Continua a leggere

Shitkari pranayama (respirazione sibilante)

Shitkari pranayama (respirazione sibilante) Questo pranayama è molto simile a shitali pranayama e viene praticato nello stesso modo tranne che per la posizione della lingua. La lingua dovrebbe essere piegata indietro in modo che la superficie inferiore tocchi la parte alta del palato. Serrate i denti e separate le labbra il più possibile. Inspirate attraverso i denti. Tutti gli altri … Continua a leggere

Shitali pranayama (respiro rinfrescante)

Shitali pranayama (respiro rinfrescante) Sedetevi in un aposizione meditativa, con i palmi delle mani sulle ginocchia. Stendete la lingua e piegatene i lati formando un tubo stretto. Inspirate lentamente e profondamente attraverso la lingua piegata. Praticate la respirazione yogica. Trattenete il respiro e praticate jalandhara bandha. Dopo un breve periodo di tempo lasciate jalandhara bandha ed espirate attraverso il naso. … Continua a leggere

Introduzione al pranayama – Consigli e precauzioni

I seguenti punti dovrebbero essere osservati con attenzione prima di iniziare la pratica del pranayama. a) Aspettate almeno quattro ore dopo i pasti prima di praticare pranayama poiché la vescica, lo stomaco e l’intestino dovrebbero essere vuoti. b) Praticare pranayama dopo le asana e prima della meditazione. c) Durante la pratica il corpo dovrebbe essere rilassato il più possibile. La … Continua a leggere